Notizia dell’ultim’ora vede la novella costituzione di una nuova Agenzia per l’Occupazione (ANPAL), secondo quanto predisposto dal Jobs Act (L. n. 183/2014).
L’ente, sopra indicato, avrà come aspetto fondante quello di predisporre politiche per l’adeguamento del lavoro a formule in grado di trainare la collocazione, o ricollocazione, dei disoccupati, andando ad erogare parte dei servizi offerti dal Ministero del Lavoro.

L’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro, sarà strutturata su base regionale e coadiuvata dall’INPS e INAIL, dalle Agenzie per il Lavoro e da tutti i soggetti attualmente accreditati alle attività di intermediazione, dagli enti di formazione, da Italia Lavoro e ISFOL. Le modalità di finanziamento confluiranno dalle casse del Ministero del Lavoro e dall’ISFOL, i quali subiranno una imponente opera di rimodernamento interno.

Altra novità prevista, è la creazione di una Albo Nazionale dei soggetti accreditati a esercitare l’erogazione delle misure di politica attiva in materia di lavoro, oltre ad un Sistema informativo e al fascicolo elettronico del lavoratore.  L’obiettivo è quello di valorizzare le sinergie tra soggetti pubblici e privati e di rafforzare le capacità di incontro tra domanda e offerta di lavoro.
Mentre il Sistema informativo e al fascicolo elettronico del lavoratore mirano ad una migliore gestione del mercato del lavoro e del monitoraggio delle prestazioni erogate.

 

Per ulteriori approfondimenti